Benvenuto su Spinning Club Giorgio Sport
Cerca


Menu
- Home
- Chi siamo
- Il regolamento
- Attività 
- FotoAlbum 
- Old Photogallery
- Video catture
- Inserisci articolo
- Il Giornalino
- Multimedia
- I nostri amici
- Members List
- Il Mercatino
- Forums
- Top 10
- Downloads
- FAQ

News


Web Links
- Il Meteo
- Webcam
- Grafico Maree

Il nostro gruppo

Catture


 

 

 
 

 


 


 
 
Le catture degli anni precedenti sulla vecchia Photogallery


 


 


 




Calendario lunare


Meteo A.M.

 
Il 13 maggio sul Piave a Longarone





 

 

           

 

REGOLAMENTO PARTICOLARE

 

ARTICOLO 1 Denominazione:
La società GIORGIO SPORT Spinning Club e la Carson s.r.l. indicono il "2° Campionato Strike Pro Challenger".

ARTICOLO 2 Organizzazione:
La manifestazione si svolgerà qualunque siano le condizioni atmosferiche ed è retta dalla circolare normativa nazionale / provinciale e dal presente regolamento particolare, che tutti i partecipanti, per effetto della loro iscrizione alla gara, dichiarano di conoscere e accettare.

ARTICOLO 3 Partecipanti:
Alla gara sono ammessi tutti i pescatori che vogliono cimentarsi muniti di regolare licenza governativa di pesca. La gara si svolgerà in unica prova individuale.

ARTICOLO 4 Iscrizione:
Le iscrizioni dovranno pervenire con qualsiasi mezzo al responsabile spinning presso il negozio GIORGIO SPORT di S. Vendemiano (tel.-fax. 043835586) entro il martedì sera della settimana antecedente la gara, accompagnate dall’elenco dei partecipanti e della tassa d’iscrizione fissata per la gara in € 20 (€ Venti/00) per singolo atleta.

ARTICOLO 5 Operazioni preliminari:
Le operazioni preliminari per coordinare i vari ruoli: vedi semina trote, giurini, premi ecc. saranno effettuate il giovedì sera precedente presso sede da definire.

ARTICOLO 6 Campo di gara:
La gara sarà svolta in un unico settore per tutti i concorrenti che saranno liberi di girare tutto il campo gara, solo in partenza saranno suddivisi gli atleti per dare una conformità alla gara e distribuire gli atleti, dopo i fischi d’inizio gli atleti sono liberi di muoversi lungo tutto il campo gara.

ARTICOLO 7 Inizio e fine gara:
Sarà dato con un segnale acustico sia l’inizio che la fine gara . Al segnale di fine gara, eventuali catture saranno valide solo se del tutto fuori dell’acqua. La gara sarà della durata di 2,00 ore di pesca dalle 9,00 alle 11,00.

ARTICOLO 8 Attrezzatura:
E’ consentito l’uso di una sola canna di lunghezza massima di 9 piedi (metri 2,70), con mulinello e con un solo artificiale terminale. Sono consentite più canne di scorta che possono essere montate e armate. I concorrenti possono avvalersi, per il recupero della preda, dell’ausilio del guadino ad uso strettamente personale.

ARTICOLO 9 Esche:
Sono consentite solo esche rigide delle marche Strike Pro ed Heron
Sarà cura dell’organizzazione controllare le esche prima della gara e ci sarà durante la gara un controllo delle esche da parte dei giurini. Inoltre saranno a disposizione per chi ne avrà bisogno delle esche delle suddette marche.

ESCHE METALLICHE classiche: Tandem, Rotanti, Ondulanti. MINNOW (Pesci finti in materiale rigido). Tutti gli artificiali potranno essere armati con amo singolo o ancoretta con un massimo di tre ami. I suddetti artificiali possono essere muniti di Palline – Adesivi – Pezzi di plastica colorata solo e soltanto sul corpo e sulla paletta. L’amo e l’ancoretta, comunque, deve essere di metallo privo di plastica – piume e peli. Gli artificiali dovranno essere allo stato naturale e senza alcuna aggiunta di materiale, come silicone, paste aromatiche, esche naturali ecc.

ESCHE SILICONICHE: Vietate

È vietata la detenzione e l’uso di artificiali e attrezzatura non regolare. Sono vietate le piombature sulla lenza, la zavorrata deve essere parte integrante dell’artificiale. E’ vietata ogni forma di pasturazione. Eventuali restrizioni sull’uso delle esche saranno comunicate all’atto dell’iscrizione e riguarderanno l’uso di campi gara in cui vigono regolamenti particolari.

ARTICOLO 10 Norme particolari:
Dopo l’appello nominale del capo settore, i concorrenti avranno circa 15 minuti di tempo per visionare il loro settore, trascorso il quale si troverà al centro per iniziare la gara . Si confida nella correttezza e nel buon senso, dettato dalla sportività, di ognuno dei partecipanti per evitare di intralciare l’azione di pesca degli altri concorrenti. A tal fine si consiglia di lanciare sempre senza incrociare la lenza degli altri concorrenti. L’azione di pesca dovrà essere sempre la più silenziosa possibile.

ARTICOLO 11 Condotta di gara:
Valgono le disposizioni generali riportate nella Circolare Normativa dell'anno in corso e le seguenti norme particolari. OBBLIGO: - di effettuare la pesca a piede asciutto, salvo differenti disposizioni del Giudice di Gara; - di effettuare gli spostamenti a piede asciutto;
- ogni concorrente potrà spostarsi liberamente in tutto il campo gara; - di non ostacolare in nessun modo l’esercizio della pesca degli altri concorrenti; - di non prestare né ricevere collaborazione alcuna da parte di altri concorrenti o di terzi;
- di osservare un contegno corretto e disciplinato nei confronti degli Ufficiali di Gara e di tutti gli incaricati dell’Organizzazione; - di non allontanarsi dal proprio posto di gara senza informare preventivamente l’Ispettore incaricato al quale dovrà essere affidato fino al proprio ritorno il sacchetto con il pescato;
- di usare il guadino in forma strettamente personale e solo per il recupero del pesce allamato; - di effettuare le catture allamando le prede per l’apparato boccale. Le prede catturate agganciando o recuperando parti di montature vaganti, sia proprie sia di altri concorrenti, non potranno essere considerate valide. In caso di rottura della canna la preda potrà essere considerata valida solo se la cattura avviene mediante quel che resta dell’attrezzo danneggiato o della lenza sia all’asciutto sia in acqua, a patto che questo non debba essere a sua volta recuperato attraverso un altro attrezzo;
- le catture autosganciatesi presso il concorrente sia all’asciutto sia in acqua, ma comunque in posizione che si trovi al di fuori del Campo di Gara dove viene esercitata la pesca, devono essere considerate valide; - di uccidere le prede valide appena catturate;
- di conservare le catture nell’idoneo contenitore forato ove devono trovare posto solo le catture stesse, in condizioni di convenienti pulizie e in modo che in qualsiasi momento sia consentito agli Ispettori di sponda e al Giudice di Gara la verifica della misura del pescato; - di togliere la lenza dall’acqua al segnale di fine turno o di fine gara. Le prede salpate dopo tali segnali non sono valide;
le catture sono valide solo se nell’azione di pesca cade all’asciutto, oppure in acqua ma al di fuori del campo di gara; - di rimettere immediatamente in acqua con la massima cautela pena la retrocessione e le seguenti penalità di legge le trote di lunghezza inferiore alla misura vigente nel luogo di gara; - di pescare con una sola canna con o senza mulinello, armata di un solo artificiale terminale.

ARTICOLO 12 Controlli e verifiche:
Il controllo delle catture e sarà effettuato alla fine della gara Saranno seminate solo trote fario ricordando che la trota marmorata e gli ibridi sono vietati e fuori gara. 
Il concorrente è l’unico responsabile del pescato pertanto al momento della cattura dovrà assicurarsi della specie e della misura. Al segnale di fine gara i concorrenti dovranno immediatamente portarsi al centro settore e solo dopo quel momento dovranno trasferire il pescato nell’apposito sacchetto fornito dall’organizzazione. I concorrenti dovranno preoccuparsi che le prede siano consegnate in condizioni di massima pulizia per le operazioni di conteggio e di pesatura che saranno effettuati alla presenza degli interessati a centro settore. Le catture devono essere consegnate integre e misurabili; una trota con la testa staccata dal corpo non sarà considerata valida e non verrà né conteggiata né pesata; inoltre, se la preda stessa non raggiungerà palesemente la misura minima vigente sul luogo di gara il concorrente che la presenta alla pesatura sarà retrocesso. 
I concorrenti che abbandonassero per cause di forza maggiore la gara prima del termine, dovranno consegnare il sacchetto con le proprie catture, all'Ispettore incaricato, provvedere alla verifica del numero delle catture e firmare la scheda di controllo su cui sarà annotato il numero delle catture stesse. La pesatura sarà effettuata contestualmente a quella degli altri concorrenti, alla presenza di tutti gli interessati. Il concorrente ritiratosi senza consegnare il pescato o quello che deliberatamente non presenta alla pesatura il pescato o parte di esso sarà retrocesso e deferito al Giudice Sportivo Regionale per le sanzioni disciplinari conseguenti. Coloro che non disputano almeno metà gara o metà dei turni di pesca saranno considerati assenti, anche se consegna il sacchetto con il pescato.

LA SOCIETA’ ORGANIZZATRICE E’ LA SOLA RESPONSABILE DELLE OPERAZIONI DI MISURA E PESATURA DELLE CATTURE, CHE NON POTRANNO ESSERE EFFETTUATE DAI CONCORRENTI. 
I CONCORRENTI CHE CONSEGNANO LE CATTURE IN NUMERO INFERIORE ALL’ULTIMO CONTROLLO EFFETTUATO, SARANNO RETROCESSI. 

Il pescato, al termine delle operazioni di pesatura, sarà restituito al concorrente che ne farà richiesta. Tutto il pescato non ritirato dai concorrenti sarà devoluto in beneficenza a cura della Società Organizzatrice.

ARTICOLO 13 Punteggi e classifiche:
Per la classifica individuale varranno in ordine N. pesci, peso, pesce più grande.

ARTICOLO 14 Responsabilità:
Lo sponsor, la società organizzatrice e i loro rappresentanti e collaboratori, il direttore di gara, gli ispettori di sponda, e il giudice di gara, sono esonerati da ogni e qualsiasi responsabilità per danni o incidenti di qualsiasi genere che, per effetto della gara, possono derivare a cose o persone delle aventi attinenze alla gara stessa o a terzi.
Per eventuali informazioni contattare il presidente della società SIG. CATTAI GIORGIO o il segretario FIORE ANDREA telefonando al numero 0438 35586 o tramite mail: 

fiorebiondo@hotmail.com - giorgiosport@libero.it

PREMI:
1° premio: Canna e mulinello Heron
2° premio: Canna Heron
3° premio: Mulinello Crac Heron
4° Premio: Set di artificiali Strike pro e Heron
5° premio: Artificiali Strike pro e filo
6° premio: Bobina trecciato Strike pro
7° premio: Cappellino e artificiale Heron


A seguire fino al 10° premio.
Premio a sorteggio, esclusi i primi 5 classificati, buono acquisto del valore di 100 euro di prodotti Strike pro, Heron e Carson presso il negozio GIORGIO SPORT e altri gadget.

Premi per le prime 3 squadre: Targa ricordo.

Quota d’iscrizione stabilita in 20 euro, sarà a disposizione una confezione gratuita di artificiali Heron e Strike Pro.

 











Copyright © by Spinning Club Giorgio Sport All Right Reserved.

Pubblicato su: 2012-04-24 (2750 letture)

[ Indietro ]

Web site powered by PHP-Nuke



Copyright © 2006-2016 by Roger (Webmaster) - Giorgio Sport Spinning Club (Risoluz. 1280x800)



Generazione pagina: 0.09 Secondi