Benvenuto su Spinning Club Giorgio Sport
Cerca


Menu
- Home
- Chi siamo
- Il regolamento
- Attività 
- FotoAlbum 
- Old Photogallery
- Video catture
- Inserisci articolo
- Il Giornalino
- Multimedia
- I nostri amici
- Members List
- Il Mercatino
- Forums
- Top 10
- Downloads
- FAQ

News


Web Links
- Il Meteo
- Webcam
- Grafico Maree

Il nostro gruppo

Catture


 

 

 
 

 


 


 
 
Le catture degli anni precedenti sulla vecchia Photogallery


 


 


 




Calendario lunare


Meteo A.M.

 
Festa della Liberazione





Un doveroso ricordo

 
Che cosa rappresenta il 25 aprile 1945?

Breve cronaca e analisi storica
 
Il 25 aprile è la Festa della Liberazione. E’ la ricorrenza con la quale si ricorda la definitiva caduta del fascismo in Italia e la fine dell’occupazione nazista nel nostro paese. E’ la data che ricorda tutte quelle conquiste allora ottenute, che al giorno d’oggi sembrano banali e scontate, come la democrazia e la libertà e segna l’inizio di una nuova identità civile-nazionale.
Il 25 aprile del 1945 i partigiani liberarono Milano e altre città dopo che ad inizio primavera dello stesso anno, aveva ceduto la Linea Gotica, l’ultimo sbarramento tedesco in Italia. Con lo sfondamento della linea da parte degli eserciti Alleati, insurrezioni popolari guidate dai partigiani portarono alla liberazione delle città del centro nord Italia. Anche nel resto d’Europa la guerra conosceva il suo epilogo: l’Armata Rossa era a ridosso di Berlino, mentre gli angloa-americani superavano il fiume Reno.

La liberazione d’Italia era iniziata nel luglio del 1943 quando gli alleati sbarcati in Sicilia cominciarono a risalire la penisola velocemente, per poi doversi bloccare per lungo tempo prima dietro la linea Gustav e poi dietro quella Gotica. Nello stesso tempo, il 25 luglio del 1943  era caduto  il gran Consiglio del Fascismo e Mussolini fu deposto e imprigionato nel Gran Sasso.

In seguito all’armistizio del 3 settembre (reso pubblico l’8) dello stesso anno si vennero a creare due entità politiche contrapposte: mentre nel sud Italia si creò il cosiddetto “Regno del sud” sotto il controllo degli alleati e dei Comitati di Liberazione Nazionale, nel centro nord le forze fasciste sopravissute guidate da Mussolini (liberato dalla prigionia dalle forze speciali naziste), si riorganizzarono e formarono la Rsi (Repubblica sociale Italiana), che nella realtà era un’istituzione fantoccio sostenuta dai nazisti.

E’ in questo periodo di tempo che si sviluppò la resistenza popolare: la Resistenza Partigiana. Essa fu contraddistinta dall’impegno di forze politiche diverse fra loro, comunisti, democristiani, socialisti, azionisti, liberali e persino i monarchici, unite nella lotta contro il fascismo. Quelle stesse forze che formarono i Comitati di Liberazione Nazionale, che formarono i primi governi post fascisti e che pochi anni dopo parteciparono all’Assemblea Costituente.

Il ruolo della Resistenza fu essenziale per la nascita della nuova Italia. Dalla loro dura e infausta lotta contro un regime totalitario, si cercava quella giustizia sociale che ancora oggi incredibilmente rimane non completamente raggiunta.

Fu infatti con la Resistenza, anche se in maniera più approfondita al Nord (dato che al Sud fu praticamente assente) che si raggiunse la piena coscienza del momento storico in cui si stava vivendo. Le innumerevoli vittime, di cui moltissimi giovani, e le devastazioni portate dalla guerra furono il prezzo da pagare per comprendere tutto ciò. La Resistenza fu il momento di riscatto del popolo italiano. Il 25 aprile rappresenta questi valori e questo riscatto.









Copyright © by Spinning Club Giorgio Sport All Right Reserved.

Pubblicato su: 2007-04-28 (830 letture)

[ Indietro ]

Web site powered by PHP-Nuke



Copyright © 2006-2016 by Roger (Webmaster) - Giorgio Sport Spinning Club (Risoluz. 1280x800)



Generazione pagina: 0.10 Secondi